venerdì 8 maggio 2015

Frenetico Passato, Lento Divenire.

Sfogliando foto di pochi click fa. 
Sei giorni d’intense emozioni e altrettante novità, hanno ricoperto la mia esistenza. Brevi cicli di sonno, alternati a lunghissime sei meravigliose giornate, in compagnia di Eridania & Naturalia durante la TuttoFood 2015, con Stefan e Valeria. Chiudo gli occhi e, spero di riaprirli ancora li, dove tutto ebbe inizio. Chissà se mai rimarrei volentieri intrappolato come in «Ricomincio da Capo».  La Realtà mista ad un Sogno Lucido, questa mi è parso di vivere, immerso in dolci, dolcissimi profumi. 
Sognando i Tropici; tramonto color Ambra. Ecco! Il sogno si tramuta in una dolce realtà.



Meringhe Ambrate al Caramello Tropicale e Nocciole

Ingredienti

Caramello Ambrato
50 g di Zefiro di Canna

Meringhe Ambrate
100 g di Albumi a temperatura ambiente
110 g  di Zefiro di Canna
Polvere di Caramello Ambrato
15 g di Nocciole Tostate Intere
100 g di Panna Fresca
1 goccia di Olio Essenziale all’Arancio Dolce (opzionale)


Caramello Ambrato
Porre sul fuoco un piccolo pentolino e coprire con uno strato di zucchero di canna, quando si è sciolto aggiungere dell’altro zucchero e attendere che si dissolva. Continuare così sino a esaurimento. Versare su del silpat o carta da forno e far raffreddare. In un mortaio, ridurre in polvere grossolana.

Meringhe Ambrate
Porre gli albumi nel caldaio della planetaria con la frusta, azionarla a bassa velocità, in modo da schiumare. Alzare la velocità e continuare a montare sino a quando gli albumi iniziano a montare leggermente a neve. A questo punto, aggiungere poco alla volta lo zucchero di canna, sino a quando la precedente quantità non si sia completamente inglobata. Zefiro di Canna, in questo caso svolge egregiamente questa operazione in modo molto veloce, in quanto è l’unico ad avere una granulometria estremamente fine, rispetto ai suoi altri “fratelli”. Ottenuta una montata ben ferma, aggiungere mescolando delicatamente dal basso verso l’alto, la polvere di Caramello e le Nocciole tritate grossolanamente. Dare forma alle meringhe su una placca coperta da carta da forno o silpat ed infornare per 1 ora e 15 minuti a 140°C. Dopo diche spegnere il forno e lasciarle asciugare ulteriormente con il calore residuo. Con questo tipo di cottura non otteniamo la classica meringa asciugata, ma avrà un cuore leggermente chewy. Accompagnare con della panna montata eventualmente addizionata di una goccia di olio essenziale all’Arancia dolce per dare una piacevole nota agrumata.

Nessun commento:

Posta un commento